Fasce Portabebè: Guida

Guida alla Scelta per Fasce Portabebè e Marsupi Ergonomici


Fasce Portabebè e Marsupi: caratteristiche tecniche, modalità di utilizzo, vantaggi e svantaggi.

La gamma di Fasce Portabebè e Marsupi oggi presenti sul mercato è vastissima e non sempre è facile scegliere il supporto giusto, realmente adatto alle proprie esigenze.
Per semplificare ed orientare chi vuole scegliere un supporto porta bebè abbiamo messo a frutto la nostra esperienza di oltre 9 anni e abbiamo fatto una scelta precisa:

  • trattare esclusivamente fasce portabebè e marsupi confezionati con i migliori filati e con precisi standard nel design e nel confezionamento
  • proporre 5 tipologie di supporti porta bebè in grado di soddisfare le esigenze di chi cerca qualità e sostenibilità ecologica, compatibile con facilità d’uso e praticità

I supporti per portare il proprio bambino si suddividono sostanzialmente in due grandi gruppi.

 

SUPPORTI NON STRUTTURATI: si tratta di vere e proprie fasce lunghe, ovvero lembi di tessuto, senza alcun nodo, anello o fibbia preconfezionata

SUPPORTI STRUTTURATI: si tratta di supporti con nodi, anelli o fibbie che ne mantengono la forma preconfezionata

Ogni supporto viene normalmente sviluppato e perfezionato rispetto ad una o due posizioni da attuare, anche se teoricamente le posizioni attuabili sono molteplici.
Per ogni supporto, quindi, oltre a caratteristiche, vantaggi e svantaggi, abbiamo scelto di indicare le posizioni "migliori", ovvero quelle praticamente e realisticamente realizzabili tenendo conto del bisogno di sicurezza dell'adulto che porta, del peso del bambino e della sua postura fisiologica.

 

Supporti non strutturati: le fasce portabebè lunghe

Fasce Portabebè Lunghe Rigide

Sono teli di cotone spesso, senza bottoni, fibbie, anelli o nodi preconfezionati, larghi circa 70 cm. e di lunghezza variabile tra i 4.10 m. e 5.20 m. (a seconda della misura).

Si avvolgono e si legano attorno al corpo del bambino e del portatore in modo da garantire un comodo e confortevole sostegno al bimbo e a chi lo porta.

Fascia porta bebè lunga rigida nelle diverse posizioni possibili

Posizioni realizzabili

  • sul davanti (sia posizione sdraiata che seduta)
  • sul fianco
  • sulla schiena

Con le fasce lunghe rigide tutte le posizioni suggerite nel libretto di istruzioni sono realisticamente realizzabili e confortevoli. 
Per questo tipo di fasce portabebè le posizioni "migliori" sono sicuramente tutte quelle sul davanti e tutte quelle sulla schiena. Le posizioni sul fianco, sebbene perfettamente realizzabili, possono risultare per alcuni un po' macchinose. 
Tra i vari supporti proposti, le fasce portabebè lunghe rigide sono sicuramente le più complete: assolutamente indicate per chi crede nei benefici del portare il proprio bambino e che ha intenzione di portarlo a lungo, permettono di scegliere tra un'ampia rosa di legature possibili a seconda della situazione e del contestoOttime anche per chi comincia a portare un bambino non più neonato. 

 Vantaggi

  • Il particolare tessuto ad ordito triplo con cui sono confezionate garantisce una tenuta impeccabile, anche con i bambini più pesanti (non si deformano e non si consumano anche con un uso frequente)
  • il cotone con cui vengono confezionate è certificato Oekotex, esente da residui chimici e sostanze nocive
  • sempre adattabilie versatili in tutte le situazioni
  • utilizzabili dalla nascita e fino a che il bambino voglia essere portato
  • quando non utilizzate si ripiegano e occupano pochissimo spazio
  • permettono una perfetta regolazione del grado di aderenza
  • garantiscono un comfort eccellente per bambino e portatore

 Svantaggi

  • bisogna scegliere la giusta misura per non avere troppo tessuto inutilizzato o, al contrario, per evitare che la fascia portabebè sia troppo corta (vedi sotto riferimento alle taglie)
  • bisogna superare un primo impatto con la fascia che può, talvolta, sembrare complessa nell'utilizzo: con l'ausilio del libretto d'istruzioni, dopo i primi giorni di pratica, portare il proprio bambino con la fascia portabebè lunga diventa naturale e di immediato utilizzo
  • questa fascia porta bebè è realmente lunga (misura dai 4,10 m. ai 5,20 m. a seconda della misura), occorre quindi sviluppare un po' manualità per imparare ad utilizzarla perfettamente

Come scegliere la giusta misura delle Fasce Portabebè Lunghe Rigide

La misura giusta va scelta a partire della taglia e dalla costituzione del portatore (e non dalla grandezza del bambino!). 

Le diverse misure disponibili consentono a chiunque di trovare la taglia giusta per poter effettuare tutte le legature possibili ed avere quindi a disposizione una fascia che garantisca di poter portare il bambino in modo completo.
Fate riferimento allo schema qui riportato per scegliere la taglia più adatta:

  • Persone dalla costituzione esile, con una taglia fino alla 40 - 42 ed una statura piccola possono tranquillamente usare una misura S (4,10 m.) 
  • Mamme che abitualmente portano la tg. 42 e i padri fino alla tg. 50, possono realizzare tutti i modi di portare con una fascia misura M (4,60 m.)
  • A partire dalla tg. 44 per le donne e dalla taglia 52 per gli uomini, sarà opportuno scegliere la fascia nella misura L (5,20 m.) 

Considerate che alcune legature richiedono meno stoffa di altre: in questi casi potete annodare la stoffa in eccesso con un giro in più sulla vita e sui fianchi, in modo da scaricare ancora meglio il peso del vostro bambino dalla schiena.
Si presenta spesso il caso in cui la madre è molto più piccola del padre in termini di statura: in tal caso, dato che solitamente la madre la utilizzerà di più, è consigliabile l’acquisto di una fascia adatta alla corporatura materna. In tal modo la mamma indosserà la fascia portabebè senza eccessi di stoffa, mentre per il papà sarà adatta solo ad alcuni modi di portare.

  fasce rigide

 

Fasce Portabebè Lunghe Elastiche

Le fasce lunghe elastiche sono morbidissimi teli di jersey di cotone elasticizzato, senza bottoni, fibbie, anelli o nodi preconfezionati; si legano attorno al corpo del bambino e del portatore in modo da garantire un comodo e confortevole sostegno al bimbo e a chi lo porta.
Queste fasce portabebè sono in misura unica e sono lunghe circa 5,50 m. In tal modo si adattano a tutti i tipi di costituzione: chi è di costituzione più esile avrà un eccesso di tessuto che potrà facilmente annodare intorno alla vita senza impaccio, essendo il tessuto molto sottile ed elastico.

 

Fascia porta bebè lunga elastica: modelli e posizioni

Posizioni realizzabili

  • sul davanti (sia posizione sdraiata che seduta)
  • sul fianco
  • sulla schiena 

Con le fasce portabebè lunghe elastiche tutte le posizioni suggerite nel libretto di istruzioni sono realisticamente realizzabili e confortevoli. Per questo tipo di fascia le posizioni "migliori" sono sicuramente tutte quelle sul davanti.
Le posizioni sul fianco, sebbene perfettamente realizzabili, possono risultare per alcuni un po' macchinose. Le posizioni sulla schiena, per via dell'elasticità del tessuto, potrebbero per alcuni non garantire sufficiente sensazione di sicurezza.
Tra i vari supporti proposti le fasce portabebè lunghe elastiche sono sicuramente supporti validi ed estremamente confortevoli, soprattutto dalla nascita al primo anno di vita. Sono ovviamente utilizzabili anche fino al secondo anno di vita, bisogna tuttavia imparare a legarle più strette per meglio sopportare il peso crescente del bambino. 

Sono indicate per chi crede nei benefici del portare e che si vuole avvicinare a questa pratica con una spesa contenuta. Da integrare eventualmente con altri supporti portabebè, come ad esempio un marsupio ergonomico, per portare il bambino quando diventa più grande e pesante.

Vantaggi

  • il tessuto elastico con cui sono confezionate garantisce un eccellente comfort per il neonato e per il portatore; particolarmente indicata per i neonati prematuri
  • risultano leggere, sottili, elastiche e davvero poco ingombranti
  • il cotone con cui vengono confezionate è certificato Oekotex, esente da residui chimici e sostanze nocive
  • sempre adattabili a tutte le situazioni
  • essendo elastiche sono avvolgenti e garantiscono sempre una buona aderenza
  • quando non utilizzate si ripiegano e occupano pochissimo spazio
  • sono in misura unica e si adattano a tutte le corporature

 Svantaggi

    • utilizzabilisolo fino ai 12-15 Kg. (24 mesi indicativamente. Questa soglia varia a seconda della marca)
    • risultano un po' cedevoli con il crescere del peso del bambino

  • bisogna superare un primo impatto con il supporto che può, talvolta, sembrare complesso nell'utilizzo: con l'ausilio dei libretti di istruzione e, dove possibile, con un dvd informativo, dopo i primi giorni di pratica portare il proprio bambino con la fascia diventa naturale e di immediato utilizzo
  • questa fascia porta bebè è realmente lunga (misura dai 5,50 m.), occorre quindi sviluppare un po' manualità per imparare ad utilizzarla perfettamente

 

 


Supporti strutturati: Marsupi, Mei tai e Fasce ad Anelli 

 

Marsupi Ergonomici

I Marsupi Ergonomici sono una vera e propria via di mezzo tra le fasce portabebè e i marsupi tradizionali. Supporti decisamente più tecnici rispetto alle fasce portabebè o ai Mei Tai, grazie al design innovativo, sia il bambino sia il portatore beneficeranno dei vantaggi tipici dell'utilizzo della fascia (ottima distribuzione del peso su busto e schiena, stretto contatto, posizione fisiologica, possibilità di diverse posizioni), utilizzando però un supporto porta bebè più strutturato, tecnico e di immediato utilizzo.

 

Marsupi ergonomici di Tabata

 

Posizioni realizzabili

  • sul davanti (posizione seduta)
  • sulla schiena
  • sul fianco (non per tutte le marche)

Con questi marsupi tutte le posizioni proposte sono perfettamente e realisticamente realizzabili. Sarà sufficiente regolare le bretelle e le fibbie e, dove necessario, imparare a modificare le chiusure (come per posizione sul fianco). 
Tra i vari supporti proposti, questo marsupio è sicuramente il più adatto per portare i bambini più grandi e pesanti (c'è chi lo usa ancora con bambini di 5 anni!), sebbene sia ottimo anche con i più piccini. Per portare i neonati, è necessario utilizzare un cuscinetto riduttore finchè non abbiano raggiunto i 6 Kg. di peso (in alcune marche è incluso nel marsupio, in altre va acquistato separatamente). 
Il marsupio ergonomico è ideale per chi cerca un supporto ergonomico e sicuro, ma tecnico e strutturato. Perfetto anche per i sostenitori delle fasce portabebè che possono trovare in questo marsupio un buon supporto per quando il bambino diventa parecchio pesante. In tal caso potrebbe essere un ottimo supporto integrativo ad una fascia portabebè lunga elastica o rigida. Ideale anche per chi decide di cominciare a portare un bambino non più neonato.

Vantaggi

  • la fascia intorno alla vita e le bretelle regolabili e imbottite consentono di scaricare il peso del bambino in modo ottimale: questo consente di portare bambini anche molto pesanti senza alcun affaticamento e in tutto confort (anche rispetto alle fasce lunghe)
  • non si deforma e non si consuma anche con un uso frequente
  • il cotone con cui viene confezionato è certificato, in taluni modelli anche di origine biologica
  • è in misura unica e si regola negli elementi per adattarsi a tutte le corporature (è spesso il supporto ideale per i papà)
  • utilizzabile dalla nascita (con l'apposito cuscinetto riduttore) fino a che il bambino voglia essere portato
  • di più rapido e immediato utilizzo rispetto alle altre fasce portabebè: il bambino si mette nel marsupio in pochi secondi, con pochi gesti e in tutta facilità
  • rispetto ad un marsupio tradizionale ha la cintura addominale che consente di scaricare il peso del bambino quasi interamente sul bacino del portatore: ciò garantisce che le spalle e la schiena non si affatichino e che si possa realisticamente portare un bambino pesante anche per diverse ore

Svantaggi

  • per portare un neonato dalla nascita è necessario utilizzare il cuscinetto apposito fino ai 6 Kg. (indicativamente 5 o 6 mesi)
  • non si può portare il neonato in posizione sdraiata "a culla" come nelle fasce portabebè
  • non è una fascia portabebè: in termini di regolazione della perfetta aderenza può non garantire la medesima precisione
  • l'imbottitura delle bretelle potrebbe far sudare un poco il portatore nelle stagioni più calde
  • quando indossato è leggermente più ingombrante rispetto a tutte le altre fasce portabebè
  • quando non in uso è più ingombrante da portarsi dietro rispetto alle altre fasce portabebè
  • il bambino rimane leggermente più basso (in relazione al corpo del portatore) rispetto alla fascia portabebè lunga che consente di portarlo più "alto"

 

Marsupi ergonomici 


Mei Tai

I Mei Tai sono portabebè di antica origine, molto utilizzati nei paesi asiatici. Sono costituiti da un pezzo quadrato di tessuto (che sostiene il corpo del piccolo) alle cui estremità sono assicurate delle bande in tessuto con cui legare il bimbo al corpo del portatore, incrociandole sulle spalle e poi sotto il sederino del bambino. Le legature si realizzano sempre ponendo il piccolo nel supporto porta bebè: questo consente di regolare le bande fino al giusto grado di aderenza, avvolgendo e sostenendo il corpo del piccolo in maniera ideale.

Mei Tai: modelli e posizioni

Posizioni realizzabili

  • sul davanti (posizione seduta)
  • sulla schiena
  • sul fianco (non per tutte le marche)

Con i Mei Tai le posizioni illustrate nel libretto di istruzioni sono perfettamente e realisticamente realizzabili. Per questo tipo di portabebè le posizioni "migliori" sono sicuramente quella sul davanti e quella sulla schiena. La posizione sul fianco, sebbene perfettamente realizzabile, può risultare un po' macchinosa. In sostanza il Mei Tai, grazie alle bande di tessuto che si incrociano sulla schiena, si avvicina molto al comfort della fascia portabebè lunga rigida (pur non consentendo la perfetta regolazione di aderenza di quest'ultima). 
Tra i vari supporti proposti i Mei Tai sono indicati per chi crede nei benefici del portare il proprio bambino e che ha intenzione di portarlo a lungo. Rispetto alle fasce portabebè lunghe offre una notevole semplicità di uso (la modalità di legatura è sempre la medesima sul davanti e sulla schiena). Ottimo anche per chi comincia a portare un bambino non più neonato.

Vantaggi

  • Il particolare tessuto con cui è confezionato garantisce un'ottima tenuta anche con i bambini più pesanti (non si deforma e non si consuma anche con un uso frequente)
  • il cotone con cui viene confezionato è certificato Oekotex, esente da residui chimici e sostanze nocive
  • è in misura unica e si adatta a tutte le corporature
  • utilizzabile dalla nascita (con i dovuti accorgimenti) fino a che il bambino voglia essere portato
  • quando non utilizzato si ripiega e occupa poco spazio (i nostri Mei Tai sono dotati di borsetta porta Mei tai))
  • di più rapido e immediato utilizzo rispetto ad una fascia lunga: il modo di legare le bande, infatti, è uno solo ed è sempre lo stesso sul davanti e sulla schiena
  • sempre adattabile a tutte le situazioni
  • garantisce un ottimo comfort per bambino e portatore

 Svantaggi

  • è più limitato nelle possibilità di realizzare diverse legature rispetto alle fasce portabebè lunghe rigide
  • in termini di regolazione della perfetta aderenza può non garantire assoluta precisione
  • bisogna superare un primo impatto con il supporto portabebè che può, talvolta, sembrare complesso nell'utilizzo: con l'ausilio dei libretti d'istruzione dopo i primi giorni di pratica portare il proprio bambino con il mei tai diventa naturale e di immediato utilizzo

Fasce mei tai

 

Fasce Porta Bebè ad Anelli

Le fasce portabebè ad Anelli (dette anche Ring Sling) sono fasce ad amaca, ovvero fasce corte con una coppia di anelli ad una delle due estremità. Regolando i lembi di tessuto infilato negli anelli, si regola la lunghezza e la fascia aderisce perfettamente al corpo del bambino e del portatore. Lo speciale tessuto con cui sono confezionate (ad ordito triplo) è in grado di avvolgere dolcemente il corpo del bambino e di chi lo porta senza cedere, in modo da costituire un sostegno robusto sul quale il peso viene distribuito uniformemente.

Fascia porta bebè ad anelli: pratica e immediata

Posizioni realizzabili

  • sul davanti (posizione sdraiata o seduta)
  • sul fianco
  • sulla schiena

Con le fasce ad anelli tutte le posizioni suggerite nel libretto di istruzioni sono realisticamente realizzabili. Con queste fasce, tuttavia, il bambino non è assicurato al corpo del portatore come con le fasce portabebè lunghe ma adagiato in un'amaca di tessuto che il genitore porta a tracolla. Questo varia sensibilmente la sensazione di chi porta il bambino. Per alcuni, infatti, questo tipo di portabebè può non garantire sufficiente sensazione di sicurezza nel portare un neonato.
Con un bambino più grandicello, di 4 o 5 mesi così come fino ai 3 anni, invece, questa tipologia di fasce portabebè risulta ottima e confortevole.
Le posizioni sul davanti sono prefettamente e realisticamente realizzabili, Quelle sulla schiena richiedono una buona manualità. Per questa tipologia di fascia portabebè la posizione d'eccellenza è sicuramente quella sul fianco (per questa posizione è sicuramente il supporto più indicato).
Tra i vari supporti proposti le fasce portabebè ad anelli sono sicuramente supporto validi e confortevoli, soprattutto da quando il bambino tiene su la testa da solo.
Indicate per chi cerca un supporto di facile utilizzo e da utilizzare per brevi periodi (il peso del bambino è comunque distribuito in maniera asimmetrica sul corpo del portatore). Ottime come supporto integrativo alle fasce lunghe o ai marsupio ergonomici.

Vantaggi

  • Il particolare tessuto ad ordito triplo con cui sono confezionate garantisce un'ottima tenuta anche con i bambini più pesanti (non si deformano e non si consuma anche con un uso frequente)
  • il cotone con cui vengono confezionate è  certificato Oekotex, esente da residui chimici e sostanze nocive
  • sono in misura unica e si adattano a tutte le corporature
  • utilizzabili dalla nascita (con i dovuti accorgimenti) fino a che il bambino voglia essere portato
  • quando non utilizzate si ripiega e occupa pochissimo spazio
  • di rapido ed immediato utilizzo senza dover imparare legature o nodi

 Svantaggi

possono dare la sensazione di poca sicurezza nel portare un neonato (rispetto alle fasce lunghe, infatti, il bambino è meno stretto al corpo del portatore)

  • sono più limitate nelle possibilità di realizzare diverse posizioni rispetto alle fasce lunghe
  • il peso del bambino è sempre scaricato in modo asimmetrico sul corpo del portatore
  • il corpo del bambino è meno stretto al corpo del portatore che, di conseguenza, avrà meno libertà di movimento rispetto alle fasce lunghe, al mei tai o al marsupio

 Fasce ad anelli

 

Come scegliere un buon supporto porta bebè

In linea generale per la scelta di un buon supporto porta bebè bisogna tener presenti le caratteristiche indispensabili che un supporto di qualità deve soddisfare.

Per quanto riguarda il Bambino:

  • sostegno ottimale della colonna vertebrale, della testa, posizione divaricata-seduta delle gambine (a gambine di rana)

Per quanto riguarda il Portatore un supporto di qualità permette di portare il bambino:

  • "alto" (a livello e al di sopra del proprio ombelico) e quindi è regolabile in altezza
  • "vicino" (non ci deve essere alcuno spazio vuoto tra i due corpi, non ci deve passare la mano) e quindi è regolabile in larghezza
  • in massima sicurezza
  • in massima libertà di movimento (le braccia/mani non devono sostenere il piccolo)

Esistono inoltre delle caratteristiche auspicabili, che indicano il livello di qualità via via crescente dei supporti portabebè:

  • adattabilità alle esigenze di età e peso diversi nell'arco del periodo in cui un bambino può essere portato (0-3 anni, o anche più)
  • flessibilità che possa garantire diverse posizioni rispetto al corpo del portatore: sul davanti (a culla o seduto pancia contro pancia), sul fianco, sulla schiena
  • praticità che permetta completa libertà di movimento corporeo e delle mani
  • qualità delle materie di confezionamento prive di sostanze nocive nel rispetto di uomo e ambiente

(materiale tratto dal libro di Esther Weber "Portare i Piccoli - Un modo antico, moderno e.. comodo per stare insieme", ed. Il Leone Verde)

E' proprio in base a queste precise caratteristiche di qualità che abbiamo selezionato accuratamente tutte le Fasce Porta bebè e i Marsupi presenti nel nostro shop.


 

Fasce Portabebè e Marsupi: altri link interessanti

Perchè utilizzare la fascia porta bebè?
Fasce Portabebè: domande frequenti
Visualizza tutte le Fasce Portabebè e i Marsupi disponibili nel nostro negozio