Pannolini Lavabili: domande frequenti

Pannolini lavabili ecologici: domande frequenti

Ancora dubbi sui pannolini lavabili? Trove le risposte alle più comuni domande sull’utilizzo dei pannolini ecologici per il tuo bambino.

Scegliere ed utilizzare i pannolini lavabili per il tuo bambino crea inevitabilmente tantissime domande sulla gestione quotidiana del cambio, sul come organizzarsi, sulla quantità di cambi da predisporre, sul come lavarli e così via.
Abbiamo raccolto le più comuni domande (e relative risposte) sull'utilizzo dei pannolini lavabili ecologici. 

1) E’ molto impegnativo utilizzare i pannolini lavabili?

Utilizzare i pannolini lavabili è principalmente una questione di abitudine e di organizzazione. Una volta capito come utilizzarli, il cambio non richiede più tempo che con un pannolino usa-e-getta.
Si lavano comodamente in lavatrice ogni 2 o 3 giorni e una volta stesi e asciutti si ripongono vicino al fasciatoio pronti per essere usati nuovamente.

2) Quanti pannolini servono per il mio bambino?

Il numero di pannolini lavabili da procurarsi dipende dall'età del nostro bambino (un neonato va cambiato molto più spesso di un bambino già cresciuto), da quanto un bambino si bagna (alcuni bambini fanno molta più pipì di altri) e dalla tipologia di pannolino scelto (ogni pannolino ha un suo grado di assorbenza e un suo tempo di asciugatura). Riportiamo in linea di massima il numero di cambi al giorno, il numero ideale di pannolini da procurarsi e la cadenza dei lavaggi in lavatrice a seconda delle età supponendo un uso intensivo di pannolini lavabili. 

  • Neonato: 8-10 cambi al giorno - 20/24 pannolini - lavatrice un giorno si e un no
  • Bambino 6-18 mesi: 5 o 6 cambi - 15 pannolini - lavatrice ogni due giorni
  • Bambino oltre i 18 mesi: 4 o 5 cambi - 12 pannolini - lavatrice due volta a settimana

3) Quante Mutandine Copripannolino mi servono?

Per chi sceglie di utilizzare i pannolini in cotone a due pezzi (Ciripà , Fitted e Prefold) consigliamo di procurarsi almeno 2 o 3 Mutandine Copripannolino da alternare tra loro ad ogni cambio. La Mutandina Copripannolino va scelta della giusta taglia, dovendo ben contenere tutta la parte assorbente in cotone ed evitando in tal modo sgradite perdite. Con i Pannolini Tutto-in-Due (AI2) consigliamo di procurarsi un numero di mutandine impermeabili pari a circa la metà degli inserti assorbenti. Con i Pannolini Tutto-in-Uno (AlO) la mutandina copripannolino non è necessaria. 

4) Posso usare i pannolini lavabili anche con neonato molto piccolo?

Alla nascita alcuni neonati sono ancora molto piccoli (sotto i 3,5 - 4 Kg). In generale, tutti i pannolini ecologici lavabili che proponiamo risultano abbastanza abbondanti sotto i 4 - 4,5 Kg. Sia i Ciripà, che i pannolini AI2 e AIO sono comunque perfettamente utilizzabili a partire dal raggiungimento di questa soglia di peso (che solitamente avviene entro il primo mese di vita). 

5) Voglio usare i pannolini lavabili dal primo giorno di vita: come faccio?

Fino a che il bimbo non abbia raggiunto i 4 Kg di peso può essere necessario trovare soluzioni alternative. Un’ottima soluzione per il primo mese è rappresentata dall’utilizzo di un inserto semplice, come l’inserto di Cotone Mollettone (40×40 cm.) contenuto in una Mutandina Copripannolino (nella misura più piccola per quelle a taglie o regolata nella misura minima per quelle a taglia unica). Per un neonato, infatti, l’assorbenza del solo inserto sarà più che sufficiente, dato che il piccolo andrà cambiato molto spesso.
Ottimo in questo caso anche l’Inserto di Garza o Muslin (80×80 cm.), chiamato infatti anche “pannolino di garza”. Esso, ripiegato a rettangolo o triangolo rappresenta un ottimo pannolino per i più piccini. Il trucco sta nel ripiegarlo a triangolo in modo che all’interno (tra le gambine) ci sia più superficie assorbente.
Per i più piccoli consigliamo vivamente l’utilizzo del Foglio di Carta Prepannolino ad ogni cambio, dato che i neonati si scaricano diverse volta durante la giornata e si riusciranno a proteggere gli inserti dagli imbrattamenti.
L'utilizzo di inserti assorbenti semplici (come il cotone mollettone o la garza, ottimi anche abbinati) riescono benissimo anche nelle mutandine impermeabili a taglia unica del sistema AI2. 

6) Devo lavare i pannolini in cotone prima di cominciare ad utilizzarli?

Si. Tutti i pannolini lavabili in fibre naturali hanno bisogno di essere lavati 2 o 3 volte prima dell’uso: questo ne aumenterà moltissimo l’assorbenza ed eliminerà eventuali residui da lavorazione dalle fibre.
Tutti gli elementi di cotone o bamboo vanno quindi lavati per due o tre volte a 30° prima di cominciare ad utilizzarli con il bebè. I pannolini raggiungeranno il massimo dell’assorbenza solo dopo una decina da lavaggi, per poi mantenerla per tutto il loro periodo di utilizzo. 
Per quanto riguarda le Mutandine Coripannolino, invece, il prelavaggio non è necessario.

7) Come si conservano i pannolini sporchi in attesa del lavaggio?

I pannolini sporchi, raccolti in un secchio portapannolini con coperchio, possono essere conservati fino al momento del lavaggio o in ammollo o a secco. Questo dipende dalle vostre personali abitudini (l'ammollo è tuttavia sconsigliato per il Pannolini Tutto-in-Uno).
Se conservati a secco i pannolini rimarranno nel secchio senza acqua. Raccomandiamo quindi di sciacquare bene eventuali residui solidi come precedentemente descritto e di ricorrere periodicamente ad un’igienizzazione extra (vedi dopo).
Se conservati in ammollo, si può aggiungere nell’acqua del secchio un cucchiaio di Bicarbonato o qualche goccia di Tea Tree Oil o di Olio di Lavanda (questo eviterà i cattivi odori e igienizzerà).

8) Come faccio a lavare i pannolini in cotone?

Consigliamo di procurarsi un secchio di plastica con coperchio dove riporre i pannolini usati in attesa del lavaggio in lavatrice. L’ideale sarebbe predisporre un sacco per biancheria già aperto all’interno del secchio portapannolini. Così, al momento di fare il lavaggio, si chiude bene il sacco e si trasferiscono i pannolini nel cesto della lavatrice senza doverli ulteriormente toccare.
Pannolini ed Inserti in cotone si lavano comodamente in lavatrice a 60°(possibilmente con un detersivo ecologico privo di sbiancanti ottici), ma possono essere anche essere lavati fino a 95° se necessario (in caso di malattie cutanee o infezioni della vescica).

9) A che temperatura devo lavare i pannolini lavabili in cotone per renderli igienicamente puliti?

I pannolini lavabili risultano puliti già con un ciclo normale di lavaggio a 40°, temperatura che ci consente di effettuare un lavaggio non dispendioso in termini di energia. Tuttavia, raccomandiamo un lavaggio a maggiori temperature (da 60° a 90°) nel caso in cui il bambino abbia la diarrea, sia malato, quando presente un’irritazione da pannolino o quando valutate che i vostri pannolini ecologici abbiano bisogno di un ciclo di lavaggio più intenso.

10) Quale detersivo devo usare?

Per mantenere le fibre del cotone biologico o del bamboo sempre belle ed elastiche, consigliamo vivamente l’utilizzo di detersivi ecologici privi di sbiancanti ottici. Qualunque sia il vostro detersivo il nostro consiglio è quello di usare sempre meno della metà della quantità indicata sulla confezione. Questo, prima di tutto, per la salvaguardia dell’ambiente (spesso e volentieri le quantità indicate dalle case produttrici sono, purtroppo, ben superiori alle quantità di detergente realmente necessario); inoltre, perchè una quantità eccessiva di detergente potrebbe causare la presenza di residui di detersivo nelle fibre, portando alla formazione di cattivi odori o a irritazioni sulla pelle del bambino.
Consigliamo di effettuare un ciclo extra di risciacquo ogni 3 o 4 lavaggi, in modo da essere sicuri di eliminare ogni residuo.

11) Posso usare additivi nel lavaggio dei pannolini di cotone?

Sbiancanti, candeggine, aceto, enzimi e ammorbidenti possono danneggiare le fibre del cotone biologico e in generale tutte le fibre naturali, compromettendone la capacità di assorbenza e la morbidezza.
Per igienizzare i pannolini (quando necessario) sarà sufficiente lavarli a 60° o effettuare  un’igienizzazione extra (leggi sotto).
Un ottimo prodotto naturale per igienizzare è il Tea Tree Oil (Olio di Melaleuca) che è un potente antisettico naturale. Qualche goccia insieme al detersivo sarà sufficiente.

 12) Posso lavare i pannolini lavabili con altra biancheria?

Se avete un buon numero di pannolini da lavare potete fare una macchinata di soli pannolini. Se, al contrario, ne avete pochi, consigliamo di inserire i pannolini nel cestello della lavatrice e fare un primo ciclo di risciacquo per eliminare ogni residuo di urina. A risciacquo terminato, aggiungere la restante biancheria da lavare (dai colori resistenti, che possa essere lavata alla stessa temperatura dei pannolini) e procedere come al solito con il ciclo di lavaggio.

13) Come si asciugano i pannolini in cotone?

Dopo il lavaggio, stendete i pannolini ecologici e gli inserti in cotone ridando loro la forma con la mani.
In inverno l’ideale è un posto tiepido (vicino alla stufa o al termosifone). Asciugarli direttamente sui caloriferi li rende un po’ più duri e rigidi. All’occorrenza possono anche essere asciugati nell’asciugatrice a temperature non troppo elevate (rimane il fatto che l’asciugatrice non è ecologica e che va utilizzata solo nei casi di effettiva necessità).
Con i Pannolini Tutto-in-Uno l'asciugatrice è sconsigliata, se non in caso di effettiva necessità e a ciclo breve e ultra-delicato.
L’ideale è stendere i pannolini lavabili direttamente al sole: il sole, infatti, ha un effetto sbiancante ed igienizzante. Risulteranno più bianchi e verrà eliminato ogni eventuale odore. 

14) Quanto ci mettono i pannolini lavabili ad asciugare?

Ogni tipologia di pannolino ha tempi di asciugatura molto diversi.
I Ciripà asciugano molto rapidamente: in estate basta un’oretta sotto il sole, in inverno poco di più vicino ad una stufa o ad un termosifone.
Per i Pannolini AI2 e AIO il tempo di asciugatura è mediamente più lungo (almeno una giornata), essendo costituiti da inserti più spessi. Le versioni in Bamboo sono in assoluto le più lunghe ad asciugare.

15) Come si eliminano le macchie ostinate ed eventuali odori?

Stendere i pannolini al sole è già un ottimo modo per renderli più bianchi e questo aiuterà anche ad eliminare eventuali odori. In assenza di sole si può fare un prelavaggio o un ammollo dei pannolini in acqua e 1 cucchiaio di bicarbonato. Per le macchie più ostinate anche il Sapon Bile direttamente sulla macchia in fase di prelavaggio è un’ottima soluzione.

16) Come mai al cambio del pannolino sento odore di ammoniaca?

La formazione di ammoniaca è una naturale conseguenza dell’urina. Tuttavia, essa non si dovrebbe formare nel poco tempo tra un cambio e l’altro (o nel periodo notturno). Se questo avviene è perché nelle fibre del pannolino vi sono residui di detersivo o tracce di vecchia urina, feci o batteri. Alcuni bambini sono molto più sensibili di altri all’ammoniaca e sono soggetti a irritazioni sulla pelle, che appaiono simili a delle lievi scottature nella zona a contatto col pannolino.
Per risolvere il problema occorre procedere con un’igienizzazione extra dei pannolini (vedi dopo). Se il problema persiste, controllate che la lavatrice non venga sovraccaricata rispetto alle sue capacità, che non stiate utilizzando troppo detersivo e che la lavatrice sciacqui adeguatamente.

17) Come si fa un’igienizzazione extra dei pannolini lavabili?

Consigliamo di effettuarla periodicamente. Questo ci rende sicuri di eliminare tutti i possibili germi o batteri. Ecco come procedere:
1) fare un normale ciclo di lavaggio a temperature molto alte (60° o 90°)
2) fare un ulteriore ciclo di lavaggio (non necessariamente a temperature così elevate), questa volta senza detersivo
3) eventualmente sciacquare ancora, fino a che non vi sia più traccia di sapone nell’acqua e per essere sicuri di avere rimosso ogni residuo
Questo procedimento renderà i pannolini davvero puliti. Inoltre, può essere d’aiuto stirare i pannolini con il ferro caldo per renderli ancora più igienizzati. Lo consigliamo tuttavia solo nel caso di infezioni delle vie urinarie.

18) Cosa devo fare se i pannolini diventano duri e rigidi con i lavaggi?

Se l’acqua del vostro acquedotto è molto dura i pannolini col tempo potrebbero divenire un pochino più rigidi. Ricordiamo che è importante non utilizzare mai ammorbidenti nè additivi. Per renderli nuovamente morbidi potete strofinarli, da asciutti, l’uno contro l’altro o raccogliere dell’acqua piovana e ammollare i pannolini in essa prima di lavarli e di asciugarli come al solito.

19) Cosa devo fare se il mio bambino ha un’irritazione da pannolino?

Può capitare che il bambino, anche con i pannolini lavabili in cotone, abbia delle irritazioni da pannolino (nel periodo della dentizione o dello svezzamento). E’ consigliabile, in tal caso, procedere con un’igienizzazione extra dei pannolini per essere sicuri che non vi siano residui nei tessuti. Inoltre, si consiglia di lavare i pannolini ad alte temperature per tutto il periodo in cui compare l’irritazione.
L’inserto di Seta Buretta, inoltre, è un’ottima soluzione per guarire il sederino arrossato. Esso si pone a diretto contatto con il sederino del bebè per 2 o 3 ore (senza il Foglio di Carta Prepannolino). Dopodichè si cambierà con un altro panno di Seta Buretta pulito e asciutto fino a completa guarigione. Va lavato a mano con detergente delicato.

20) Come si lavano le Mutandine Copripannolino in Lana?

La lana non trattata con cui sono confezionate è ricca di lanolina, dall’azione impermeabilizzante e igienizzante. Queste Mutandine non vanno lavate ad ogni cambio: una buona arieggiata sarà sufficiente per renderle igienicamente pulite per il prossimo cambio. Chiaramente, quando necessario, vanno lavate.
Si lavano a mano a 30° con un detergente specifico per la lana, come lo Shampolana Disana (ecologico e dermocompatibile, particolarmente indicato per il lavaggio delicato di seta e lana pregiate; ottimo anche per il lavaggio delle pelli di agnello; non contiene conservanti, coloranti o sostanze profumate). Se hai una lavatrice con un ciclo di lavaggio per la lana realmente delicato puoi metterle in lavatrice. Dopo il lavaggio, si utilizza il Bagnolana Disana alla lanolina per ripristinarne il contenuto nelle fibre tolto dal lavaggio e ricreare nuovamente l’effetto neutralizzante sull’urina e impermeabilizzante.
Dopo il lavaggio si tamponano con un asciugamano per eliminare l’acqua in eccesso e si pongono ad asciugare lontano da sole e fonti di calore dirette.

 21) Come si lavano le Mutandine Copripannolino in Microfibra?

La microfibra non assorbe l’urina, quindi un risciacquo rapido dopo l’uso sarà sufficiente a renderle pulite. Quando sporche, si lavano con il resto dei pannolini in lavatrice. E’ sconsigliato metterle in ammollo, in quanto si potrebbero rovinare.
E' importante chiudere i velcri, se presenti, durante il lavaggio in lavatrice in quanto si potrebbero attaccare ad altri capi all’interno del cestello ed il velcro potrebbe perdere la sua efficacia di chiusura. E’ sconsigliato l’uso dell’asciugatrice per non comprometterne la tenuta: stese all’aria infatti asciugano molto rapidamente, risparmiando energia preziosa.

 


 

Pannolini Lavabili Ecologici: altri link interessanti

Perchè utilizzare i Pannolini Lavabili?
Pannolini Lavabili: Guida alla Scelta

Vedi tutti i Pannolini Lavabili disponibili nel nostro negozio

Tabatashop Feedaty 4.8 / 5 - 485 feedbacks